Hockey, i Foxes affrontano Vienna
Archiviata la sconfitta di Villach, l’HCB Alto Adige Alperia è pronto per tornare sul ghiaccio di casa, per il primo scontro stagionale contro gli spusu Vienna Capitals. Si gioca domani, 19 novembre, alle 19,45 alla Sparkasse Arena. Obiettivo dei biancorossi riprendersi i tre punti per mantenere la vetta della classifica. In questa stagione Frank e compagni non hanno ancora incrociato le stecche con il Vienna. La compagine della capitale austriaca sta vivendo un avvio di stagione piuttosto altalenante e si trova al momento all’ottavo posto in classifica, a quota 24 punti.
Lona Lases, l'ex questore Alberto Francini nuovo commissario del comune
Alberto Francini, ex Questore di Trento oggi in pensione, sarà il nuovo commissario del Comune di Lona Lases e prenderà servizio già nei primi giorni della prossima settimana. Lo ha annunciato il presidente della Provincia di Trento Maurizio Fugatti. “Una scelta - ha sottolineato Fugatti – di alto profilo istituzionale e di garanzia" .Il nuovo commissario coordinerà la macchina amministrativa del comune fino alla prossima tornata elettorale, prevista in primavera.
Coronavirus, in Trentino nessuna vittima e 254 contagi
Non ci sono state vittime da covid-19 in Trentino nelle ultime ore e sono 254 i nuovi casi di contagio su 1447. I pazienti ricoverati sono 71, di cui 1 in rianimazione. I vaccini somministrati sono arrivati al numero di 1.278.171 (di cui 429.268 seconde dosi, 342.893 terze dosi e 54.916 quarte dosi).
Massimo Ranieri in concerto a Trento, il 12 marzo all'Auditorium S.Chiara
E' uno dei più grandi cantanti italiani, autore di tanti successi che hanno fatto la storia della canzone. Con più di quattordici milioni di dischi, è tra gli artisti in Italia che hanno venduto di più nel mondo. Massimo Ranieri torna a Trento. Sarà all'auditorium S.Chiara domenica 12 marzo alle 21. L'artista napoletano approda nel capoluogo trentino con il suo tour teatrale “Tutti i sogni ancora in volo", un viaggio tra canto, recitazione e danza, brani cult, sketch divertenti e racconti inediti. La data trentina è organizzata da Fiabamusic in collaborazione con il Centro Servizi Culturali Santa Chiara. Un'occasione da non perdere per i fan, che potranno ascoltare i brani inediti del suo nuovo album “Tutti i sogni ancora in volo”, scritti per lui da alcuni grandi cantautori, come Pino Donaggio, Ivano Fossati, Giuliano Sangiorgi, ma anche la canzone vincitrice del premio della critica a Sanremo 2022, "Lettera di là dal mare", e naturalmente tanti tra i suoi grandi successi del passato. Prevendite dei biglietti a partire da oggi, 18 novembre.
Viabilità, trasporto eccezionale nella notte in Trentino
Questa notte, 18 novembre, tra le 22 e le 3 del mattino circa, un trasporto eccezionale di grandi dimensioni attraverserà il territorio trentino in direzione nord percorrendo la statale 12 del Brennero dal confine con il Veneto fino alla Provincia di Bolzano. Verranno interessate anche la S.P. 235 dell'Interporto tra Trento e Spini di Gardolo e Via di Spini nella zona produttiva di Trento Nord. Si segnalano possibili disagi alla circolazione con chiusure temporanee e deviazioni del traffico per cui si raccomanda la massima attenzione. Si consiglia l'utilizzo della S.P. 90 "Destra Adige" e dell'Autostrada del Brennero.
Incidente sul lavoro a Massimeno, ferito un operaio di 39 anni
Un incidente sul lavoro si è verificato stamani, 18 novembre, a Massimeno, in val Rendena. Un operaio di 39 anni è precipiatato dal ponteggio di un cantiere, cadendo per circa 4 metri. E' stato trasportato in gravi condizioni all'ospedale.
"Buttafuori" abusivi, multata una discoteca a Bolzano
Una discoteca di Bolzano è stata multata perché vi lavoravano tre buttafuori abusivi. Alla titolare del locale e ai tre è stata data una sanzione di 10 mila euro. E' il bilancio dei controlli messi in campo dalla Questura nel fine settimana.
A22, c'è il rischio di un blocco del traffico

A22, c'è il rischio di un blocco del traffico. Con i lavori da parte austriaca sul ponte Lueg, che potrebbero protrarsi fino a fine 2025, si prospetta la paralisi dell'autostrada del Brennero in tutta la Regione, per le lunghe code di Tir verso il confine. I governatori del Trentino e dell'Alto Adige Fugatti e Kompatscher hanno chiesto a Roma una soluzione. Il viceministro Edoardo Rixi ha promesso di incontrare al più presto il suo collega austriaco per trovare una soluzione.

Mele, in Trentino-Alto Adige cala la produzione
Cala la produzione di mele in Trentino e Alto Adige: nel 2022 Trento e Bolzano persono l'8% e il 9% rispetto all'anno precedente, ma si confermano come le zone più produttive d'Italia. Segue il Piemonte. E' il bilancio di Assomela. La produzione italiana di mele si assesta a 2.053.586 tonnellate ed è praticamente identica a quella del 2021, e di poco inferiore a quanto stimato in agosto. Cala la disponibilità di mele destinate al consumo fresco e c'è invece un nuovo record produttivo per le mele biologiche, che dovrebbero superare le 220mila tonnellate. A livella varietale, cala la Golden Delicious, che scende e si avvicina alla produzione più bassa di sempre, quella del 2017. Cresce, ma è lontana dei volumi record, la Red Delicious, mentre per la Gala il consuntivo è leggermente inferiore a quello del 2021. Produzione più alta della media per la Granny Smith e record per la Cripps Pink e le nuove varietà. Valori simili a quelli dello scorso anno per la Fuji. A livello di mercato, le vendite oltremare, pur con costi giudicati ancora molto impattanti, sono riprese. Pesa la mancanza di manodopera: in alcuni zone, come la Polonia, una quota dei frutti potrebbe non essere raccolta. Costi dell'energia alle stelle e spese per imballaggi e materiali per la commercializzazione sono le principali criticità del settore.
Minori accolti nelle strutture, Astat: "Nel 2021 erano 239"
Sono 239 i minori accolti nelle strutture dell'Alto Adige nel 2021, dodici in meno rispetto all’anno precedente. Sono i dati diffusi dall'Astat in occasione della Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, che si celebra il 20 novembre Per il 58,6% dei casi l’inserimento in struttura è stato disposto dal tribunale per i minorenni. Le difficoltà educative dei genitori sono la principale ragione per l’accoglienza dei minori nei diversi presidi. Seguono i problemi economici della famiglia e per il 6,7% dei casi si tratta di minori non accompagnati. Nel 2021 i presidi residenziali hanno accolto 14 minori vittime di abuso e maltrattamenti. Il periodo della permanenza in struttura è inferiore all’anno per il 42,3% dei casi.
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.